Federico VI, 1768?1839, re di Danimarca (1808?39) e Norvegia (1808?14), figlio e successore di Cristiano VII. Dopo che il partito di corte aveva giustiziato Struensee, espulse la madre di Federico, Caroline Matilda, e impose la loro volontà al demente cristiano (1772), Federico crebbe sotto la tutela della regina vedova. Nel 1784 con un colpo di stato pacifico si stabilì come reggente. Ha fatto Andreas Peter Bernstorff ministro, e riforme liberali sono stati istituiti. Fatta eccezione per una breve guerra con la Svezia (1788), la pace regnò in una prospera Danimarca fino alla fine del secolo. La Danimarca si aggrappò alla sua neutralità nelle guerre rivoluzionarie francesi, ma la sua opposizione alla sentenza britannica sulla spedizione neutrale portò ad un attacco inglese alla flotta danese (vedi Copenhagen, battaglia di, 1801). Ancora una volta, nel 1807, l’Inghilterra attaccò la neutrale Danimarca e bombardò Copenaghen. Federico allora si alleò con Napoleone I e fu punito al Congresso di Vienna (1814?15) dalla perdita della Norvegia alla Svezia. Come compenso ricevette l’isola di Rgen e la Pomerania svedese, che scambiò con la Prussia per il ducato di Lauenburg. Federico non aveva alcun problema maschile; suo cugino Cristiano VIII gli succedette.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.