Originario del paese sudamericano della provincia argentina di Catamarca, il Gymnocalycium baldianum fa parte della famiglia dei cactus. Crescono nella regione verde e montuosa del paese.

Sembrano più piatti di altri cactus, tuttavia. Sono piccoli, di forma sferica e solitari in quanto difficilmente hanno rami che crescono da loro.

Questa specie di cactus è in grado di coltivare fiori di colore rosso-rosato o violaceo e a forma di imbuto.

Il Gymnocalycium baldianum sarebbe forse una delle piante d’appartamento più ideali a causa delle loro dimensioni, ma anche della loro natura sottile. Hanno spine, ma sono più sull’estremità più morbida dello spettro quindi, adatto alle famiglie.

Fanno belle gemme esotiche per portare dentro a casa con i fiori luminosi che crescono in cima a loro. Come si legge lungo, si noterà che Gymnocalycium baldianum non fanno piante dure a tendere.

Sono facili e si fondono comodamente bene.

Dai suoi giorni di infanzia alla sua età adulta matura, questa specie di cactus fiorirà in una bella pianta verde e robusta. Alcuni possono anche chiamare questa specie un cactus ragno a causa di come le sue areole crescono in una forma di ragno.

E, se sei abbastanza fortunato, vedrai persino la crescita del fiore a forma di imbuto.

Gymnocalycium Baldianum Plant Care Guide

Suolo

Come la maggior parte delle piante di cactus, Gymnocalycium baldianum ha bisogno di terreno che sarà ben drenato. Come specie di cactus, non fanno troppo bene quando vengono lasciati immersi in acqua, o umidi, per lunghi periodi di tempo.

Quando si sceglie un terreno, scegliere un normale mix di terreno di cactus. Tuttavia, poiché si desidera che il terreno sia correttamente drenato o poroso, è possibile aggiungere perlite al mix. Sarebbe sufficiente un equilibrio paritario.

Se non hai la perlite a portata di mano, puoi optare per una miscela sabbiosa o sabbia grossolana che farà solo il trucco. Se vuoi maggiori informazioni sui tipi di terreno che permettono ai cactus e ai loro amici succulenti di prosperare, clicca qui per informazioni dettagliate.

Luce

Gymnocalycium baldianum è il tipo di cactus che apprezza l’ombra parziale invece della luce solare diretta. Tieni presente che questa è una specie originaria della regione montuosa e erbosa, non un cactus del deserto.

Quando si coltiva questa pianta in casa, posizionarla in un punto che tende ad essere il più luminoso a casa. L’esposizione diretta del sole non è raccomandata poichè questo cactus gode dell’ombra parziale.

Ogni giorno sono necessarie da quattro a sei ore di illuminazione adeguata. Inoltre, assicurarsi che dove si posiziona questa pianta all’interno della casa riceva un flusso sano e coerente di ventilazione dell’aria.

Quando si coltiva questa pianta all’aperto, il danno sarebbe fatto se li si posiziona sotto la luce diretta del sole.

Gymnocalycium baldianum prospera quando ottengono ombra, quindi, considerare di metterli sotto un tetto solare o se non si dispone di un tetto come questo, metterli accanto a piante più alte che possono agire come blocchi dai raggi del sole. Il calore eccessivo e il sole impediranno a questo cactus di fiorire.

Irrigazione

Quando si innaffia il Gymnocalycium baldianum, è necessaria un’irrigazione regolare nei mesi di crescita estivi. Più irrigazione è necessaria durante i giorni più giovani di questa pianta. Anche se, attendere che il pollice superiore del terreno per asciugare completamente tra innaffiature.

Come piante d’appartamento, Gymnocalycium baldianum avrebbe bisogno di essere innaffiato circa ogni sette-quattordici giorni nella stagione di crescita estiva. Se si vive in condizioni di calore estreme che possono causare un’ondata di calore, potrebbe essere necessaria più irrigazione.

Nel periodo invernale, a seconda se si vive in una zona che ha una stagione fredda, le esigenze di irrigazione diventano meno frequenti. Annaffiare questa specie di cactus una volta al mese sarebbe appropriato in quanto si desidera impedire a questa pianta di asciugarsi completamente in una stagione così fredda e riarsa.

Temperatura

Essendo una regione montuosa ed erbosa, Gymnocalycium baldianum può essere abbastanza resistente al gelo finché rimangono asciutti. Il livello di temperatura ideale per queste specie di piante di cactus va da 59 gradi Fahrenheit a 86 gradi Fahrenheit (da 15 gradi Celsius a 30 gradi Celsius).

Le temperature possono arrivare fino a 14 gradi Fahrenheit (-10 gradi Celsius) e le specie di cactus possono ancora sopravvivere finché rimane asciutto come precedentemente menzionato. Tuttavia, se vivi in luoghi invernali estremi, potrebbe essere necessario posizionare le piante in un contenitore o in un vaso per spostarle all’interno se le hai coltivate all’esterno.

Se tenerli fuori è un must, allora si può considerare di investire in panni gelo o coperte per proteggerli.

Umidità

Proprio come la maggior parte delle specie di piante di cactus, Gymnocalycium baldianum non è diverso quando si tratta di livelli di umidità. Non possono tollerare condizioni umide e umide per lunghi periodi di tempo.

Quindi, prosperano quando possono essere drenati e asciugati in modo sano tra le innaffiature e in climi che potrebbero soddisfare meno umidità.

Poiché Gymnocalycium baldianum sono proprio come la maggior parte dei cactus con la pelle spessa, essendo in grado di trattenere i livelli di acqua all’interno, troppa umidità può marcire le loro radici e steli. Pertanto, cercare di attenersi a livelli di umidità di circa il 30%. Questa sarebbe la scelta più sicura.

Fertilizzante

Tutte le specie viventi hanno bisogno di nutrienti per crescere e prosperare, Gymnocalycium baldianum incluso. Un fertilizzante liquido farebbe grande a un quarto a metà forza circa ogni due settimane durante la sua stagione di crescita.

Idealmente, scegli una miscela equilibrata di nutrienti azoto, fosforo e potassio. Non è necessario molto fertilizzante per le piante di cactus in generale.

Pertanto, a volte quando si alimentano nutrienti a loro, si consiglia di diluire prima il fertilizzante.

Per la tua conoscenza generale, i fertilizzanti contengono sostanze nutritive come azoto, fosforo e potassio. Al momento dell’acquisto di fertilizzanti, è possibile notare un numero di tre cifre ‘#-#-#.’

Questo mostra quanti chili di azoto, fosforo e potassio ci sono nel mix, rispettivamente.

Propagazione

Per propagare il Gymnocalycium baldianum, puoi farlo in due modi: usando i semi per raccogliere o usando le talee. Se i semi stanno per essere utilizzati, allora è meglio propagarsi durante la stagione primaverile.

Sebbene, per le specie di cactus, di solito è meglio propagarsi usando talee o offset. Sia i semi che gli offset richiedono pazienza e tempo quindi, l’ultimo fattore decisivo potrebbe essere in quale area vivi.

A seconda di dove vivi, un metodo potrebbe essere migliore dell’altro.

Entrambi i metodi saranno discussi ulteriormente in dettaglio nella sezione propagazione di seguito.

Crescita

Il Gymnocalycium baldianum non cresce per essere un cactus alto. Piuttosto, crescono più orizzontali in larghezza, bulbose, ma piatte.

Ecco perché a volte li sentiresti essere di dimensioni nane. Gymnocalycium baldianum può crescere fino a tre o quattro pollici di altezza, che equivale a sette e mezzo a dieci centimetri di altezza.

In termini di diametro, possono arrivare da tre a cinque pollici di larghezza, o da otto a tredici centimetri.

La stagione di crescita di questo tipo di specie di cactus è nei mesi più caldi della primavera e dell’estate. I fiori che sbocciano su di loro sono a forma di imbuto e possono crescere fino a circa un centimetro e mezzo di diametro, o da quattro a sei centimetri.

Invasatura

Poiché Gymnocalycium baldianum non sono grandi piante di cactus, basterebbero vasi semplici e piccoli. I vasi che sono porosi e possono drenare bene l’acqua dal terreno sono i migliori. Pertanto, controllare che i vasi abbiano fori nella parte inferiore.

Propagazione in profondità/metodi diversi e passo dopo passo

Per entrare in ulteriori dettagli su come propagare Gymnocalycium baldianum, ci sono due modi come sopra menzionato:

Il primo modo è usare i semi per raccogliere. Tieni presente che dovresti usare il metodo seed in primavera. Prendi una pentola pulita e sterile e aggiungi un po ‘ di miscela di terreno. Mettere in qualche fertilizzante per aiutare con l’avvio delle radici e steli a crescere. Innaffiarli a seconda dei casi.

Il secondo modo per propagare questa specie di cactus è usando talee o offset. Dalla pianta matura che hai, taglia un pezzo dal gambo. Fare attenzione e usare i guanti per evitare di essere tagliati dalle spine.

Posizionare il pezzo tagliato su un panno o un tovagliolo di carta per asciugare, questo può richiedere alcuni giorni a una settimana a seconda dell’ambiente. Una volta essiccato, si può notare un insensibile che si è formato.

Prendere questo pezzo e metterli in una nuova pentola con miscela di terra. Aggiungere un po ‘ d’acqua e procedere a prendersi cura di loro come da questa guida. Sentitevi liberi di aggiungere un po ‘ di fertilizzante, ma forse a un quarto di forza.

Problemi comuni con Gymnocalycium Baldianum

I problemi comuni per Gymnocalycium baldianum includono la quantità di irrigazione che viene data e la quantità di illuminazione.

Questa specie di cactus deve essere in grado di vivere in un terreno che drena bene e mantenuto essiccato. Il più delle volte, il terreno deve essere completamente drenato prima di una nuova irrigazione.

Tuttavia, per Gymnocalycium baldianum, finché il pollice superiore del terreno viene essiccato, puoi dargli la sua prossima bevanda.

In termini di illuminazione, vorresti essere cauto sulla quantità di luce che fornisci a questa pianta di cactus. Illuminazione naturale con ombra parziale come piante d’appartamento sarebbe raccomandato. Si desidera evitare di posizionare la pianta sotto la luce diretta del sole per evitare danni.

Suggerimenti per mantenere Gymnocalycium baldianum senza problemi

Per mantenere Gymnocalycium baldianum senza problemi, monitorarli ogni pochi giorni o su base settimanale per verificare la consistenza del terreno. Si desidera osservare se l’acqua viene correttamente drenata dal terreno toccando il livello della superficie e vedere se il pollice superiore, almeno, è completamente asciugato.

Un altro consiglio per mantenere Gymnocalycium baldianum senza problemi è quello di rimanere consapevoli del cambiamento del tempo.

In un ambiente domestico, è possibile mantenere i livelli di temperatura agli standard di vita per se stessi fino a quando i livelli di umidità rimangono bassi e la pianta è garantita una dose sufficiente di luce.

All’interno, devi solo assicurarti che la pianta sia posizionata nel punto più luminoso possibile mentre la notte si avvicina e la pianta sarà ombreggiata in modo sano.

Se collocato all’aperto, assicurarsi di posizionare la pianta in condizioni ombreggiate piuttosto che sotto il sole cocente.

Domande frequenti su Gymnocalycium baldianum

Cosa devo fare se ho innaffiato eccessivamente il mio Gymnocalycium baldianum?

Se hai innaffiato troppo il tuo Gymnocalycium baldianum, non temere! Puoi lasciarli sedere senza annaffiare per alcuni giorni fino a quando il terreno non si è asciugato. Se le condizioni sono troppo dure e l’acqua non evapora fuori dal piatto, allora si vorrebbe rinvasarlo. Basta prendere una pentola pulita, aggiungere nuova miscela di terreno e una piccola quantità di fertilizzante prima di mettere nel cactus.

Devo potare Gymnocalycium baldianum?

Il Gymnocalycium baldianum ha raramente bisogno di essere potato, se non del tutto. Essi possono prosperare sulle necessità di base e la cura come si noterà in questo articolo. I fiori che crescono in cima al cactus possono avere bisogno di essere attentamente monitorati nel caso avvizzimento accade. Nel complesso però, questa specie di cactus se la caverà abbastanza bene da sola.

Come rinvasi Gymnocalycium baldianum?

Per rinvasare il Gymnocalycium baldianum, metterli in una pentola di miscela di terra nuova e fresca. Non è necessario innaffiare la pianta repotted subito, piuttosto, lasciarli stabilirsi in primo luogo nella miscela di terreno asciutto in modo che le radici di recuperare e adattarsi. Questo sarebbe da pochi giorni a una settimana prima di poter procedere all’acqua se necessario.

Perché la gente dice anche che Gymnocalycium baldianum sono cactus ragno o cactus mento nano?

Gymnocalycium baldianum sono chiamati cactus ragno o cactus mento nano principalmente a causa della comparsa di come crescono. Le loro spine che crescono sulle loro areole escono curve, simili a zampe di ragno.

Inoltre, crescono per essere più piatto sul gambo rispetto ai loro amici cactus così, sono come nani e piatto sul mento.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.