Helicobacter pylori (H. pylori) è un batterio a forma di spirale che infetta ben oltre il 30% della popolazione mondiale. In alcuni paesi infetta oltre il 50% della popolazione3. Questa è, quindi, una delle infezioni batteriche umane più comuni.

CDD discovery

A seguito della conferma nel 1980 che H. pylori causato ulcere peptiche, il Centro per le malattie digestive Direttore medico e fondatore Dottor Thomas Borody, ha sviluppato la prima terapia per combattere H. pylori e curare le ulcere peptiche1,2. Questo è andato a diventare il trattamento gold standard a livello globale.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il batterio è cancerogeno di classe 1 (cioè produce cancro nell’uomo). Invade il rivestimento mucoso dello stomaco ed è la causa di fino all ‘ 80% delle ulcere gastriche duodenali e fino al 60% ed è stato anche associato a cancro gastrico e linfoma3.

Trasmissione

Nonostante un’intensa indagine sulla diffusione di H. pylori, la modalità precisa di trasmissione rimane poco chiara. Ci sono alcune prove che suggeriscono che H. pylori viene trasmesso da persona a persona attraverso la via fecale-orale, ma la modalità di trasmissione rimane poco chiara. In questa fase le vie di trasmissione orale-orale o fecale-orale sono le più probabili. La maggior parte delle infezioni da H. pylori si verificano durante l’infanzia. Condizioni di vita affollate, scarsa igiene, scarsa igiene personale e scarso approvvigionamento idrico sono correlate a tassi più elevati di infezione (che può avvicinarsi all ‘ 80% della popolazione nei paesi in via di sviluppo).

H. pylori infetta entrambi i sessi allo stesso modo.

Sintomi

La maggior parte delle persone con H. pylori è asintomatica, ma i sintomi dell’infezione possono includere dolore bruciante nella parte superiore dell’addome, indigestione, nausea, vomito, eruttazione, perdita di appetito.

Complicanze

  1. Pylori è stato fortemente legato allo sviluppo di ulcere gastriche e duodenali. L’eradicazione di H. pylori può prevenire la formazione di ulcere. I pazienti che presentano ulcere devono essere testati per H. pylori e ricevere un trattamento perché l’eradicazione di questo batterio in pazienti con ulcere preesistenti non solo cura la malattia ulcerosa, ma previene anche la maggior parte delle recidive.

Mentre la presenza di H. pylori nello stomaco induce un’infiammazione cronica attiva in quasi tutti gli infetti, meno del 10% degli individui colonizzati con H. pylori sviluppa gravi malattie o complicanze come ulcera peptica, cancro gastrico o linfoma del tessuto linfoide associato alla mucosa (MALTO).

Ci sono forti prove che H. pylori contribuisce allo sviluppo del cancro gastrico. Molti fattori sono probabilmente coinvolti per causare il cancro come solo una piccola percentuale di pazienti con H. pylori andare a sviluppare il cancro gastrico. Dieta povera di frutta / verdura, fumo, età e un’alta assunzione di sale aumentano anche il rischio di cancro gastrico indipendente dall’infezione da H. pylori. Tuttavia, di tutti questi fattori, è H. infezione da pylori che è più strettamente associata al cancro allo stomaco. Quindi, a causa della sua nota associazione, tutti i pazienti con H. pylori devono essere considerati per il trattamento.

L’infezione da H. pylori può anche portare allo sviluppo di una condizione nota come linfoma del tessuto linfoide associato alla mucosa (MALTO), un tipo di cancro dello stomaco. Il trattamento e l’eradicazione dell’infezione da H. pylori possono portare alla regressione della malignità fino al 75% dei casi.

Diagnosi

Esistono molti test diversi utilizzati per diagnosticare l’infezione da H. pylori. Test per H. pylori può essere invasivo richiedendo endoscopia gastrointestinale superiore (gastroscopia) e basata sull’analisi di campioni di biopsia gastrica, o non invasiva utilizzando strisce reattive e test del respiro3.

  • Gastroscopia-Un gastroenterologo può eseguire una panendoscopia (nota anche come gastroscopia). Questo esame richiede che il paziente sia sedato prima che un endoscopio dotato di apparecchiature video in miniatura venga inserito attraverso la bocca e verso il basso nell’esofago. Il gastroenterologo può quindi eseguire una biopsia (campione di tessuto) per test patologici per determinare la presenza di infezione da pylori.

La diagnosi istologica, per cui questo campione di tessuto viene esaminato al microscopio, è il gold standard. Oltre a confermare la presenza di H. pylori, lo stato patologico del rivestimento dello stomaco può essere determinato e definito come gastrite acuta o cronica, atrofia, cellule anormali (metaplasia o displasia – alterazioni precancerose), esofago di Barrett o persino linfoma / malignità.

Un test rapido dell’ureasi può anche essere usato per dimostrare l’infezione. Questi test sono noti per raggiungere livelli molto elevati di precisione.

Una coltura di H. pylori può essere eseguita su tale biopsia tissutale per determinare la sensibilità di particolari antibiotici. Ciò è di massima importanza nei pazienti che avevano fallito il trattamento usuale e ancora portano l’infezione. In questi individui la sensibilità di H. pylori è provata per assicurare il trattamento più appropriato è iniziato.

  • Urea Breath Tests – Breath test fornisce un rapido, modo non invasivo di rilevare la presenza di infezione attiva e viene spesso utilizzato per verificare se l’eradicazione ha avuto successo. Questo test utilizza un campione di respiro espirato per determinare l’infezione.

Il principio di questo test si basa sulla capacità dei batteri di convertire un composto chiamato urea in anidride carbonica. L’urea appositamente etichettata viene somministrata per via orale sotto forma di compresse e il respiro espirato viene testato per l’anidride carbonica marcata. Questi test sono molto accurati e facili da eseguire.

  • Sierologia-Il sangue del paziente può essere sottoposto a screening per la presenza di anticorpi contro pylori che indicano una risposta immunitaria ai batteri. Questi test sono leggermente meno accurati rispetto ad altri test disponibili e non discriminano tra l’infezione attuale e l’esposizione recente. In quei pazienti in cui il rivestimento gastrico è cambiato nella forma precancerosa della metaplasia intestinale, né la biopsia né i test del respiro dell’urea possono essere utilizzati in quanto sono presenti pochissimi batteri. Tuttavia, la sierologia seriale delle concentrazioni anticorpali può essere utilizzata come follow-up dopo il trattamento di H. infezione da pylori.
  • Test antigene delle feci-Questo può essere un test abbastanza accurato e viene utilizzato più frequentemente.

Terapia di prima linea

Il trattamento per H. pylori si concentra sull’eradicazione dei batteri dallo stomaco utilizzando una combinazione di antibiotici specifici per l’organismo con un soppressore acido e/o protettore dello stomaco. L’uso di solo uno o due farmaci per trattare H. pylori non è raccomandato. Diversi paesi hanno diversi trattamenti approvati per H. pylori. In questo momento, un trattamento comprovato ed efficace in Australia è un corso di 7 giorni di farmaci chiamato terapia tripla comprendente due antibiotici, amoxicillina e claritromicina, per uccidere i batteri insieme a un soppressore acido per migliorare l’attività antibiotica. Questo regime di tripla terapia riduce i sintomi dell’ulcera, uccide H. pylori e previene la recidiva dell’ulcera in circa il 70% dei pazienti, ma la sua efficacia sta lentamente diminuendo.

Con l’uso di antibiotici per trattare così tanti pazienti con varie condizioni è diventato più difficile trattare H. pylori a causa della crescente presenza di ceppi resistenti agli antibiotici. Di conseguenza, fino al 35% dei pazienti fallisce la terapia di prima linea.

Seconda linea &terapie successive per H. pylori resistente

Presso il Centro per le Malattie dell’Apparato Digerente, in seguito al fallimento del trattamento e talvolta alla terapia iniziale, viene progettato un regime di combinazione specifico per il paziente spesso guidato dal profilo di sensibilità agli antibiotici del batterio. Utilizzando questi trattamenti su misura i nostri gastroenterologi possono trattare anche H. pylori resistente.

Ricerca

Presso il Centro per le malattie digestive, siamo particolarmente interessati a sviluppare terapie di “salvataggio” o “salvataggio” che vengono utilizzate per trattare pazienti che hanno fallito altri trattamenti standard. Questi trattamenti utilizzano diverse combinazioni di tre o più farmaci anti-H. pylori in coppia con un farmaco per stimolare l’immunità del rivestimento gastrico.

Recapiti

Se volete vedere un nostro gastroenterologo per discutere la sua condizione ed essere considerato per il trattamento, si prega di fare riferimento al seguente link per le istruzioni su come diventare un paziente presso il Centro per le malattie digestive: https://centrefordigestivediseases.com/how-to-become-a-patient/.

Riferimenti e ulteriori letture

1 Borody, TJ (2016). Sviluppo di nuove terapie per la disbiosi intestinale. Pubblicazioni aperte di studiosi UTS (OPUS). Identificatore: http://hdl.handle.net/10453/52985

Collegamento alla tesi: https://opus.lib.uts.edu.au/bitstream/10453/52985/6/01front.pdf

2 Nel 2012,il gruppo si è unito al gruppo del gruppo. Impatto clinico ed economico della “tripla terapia” per l’eradicazione di Helicobacter pylori sull’ulcera peptica in Australia. Helicobacter, 25(6). Doi: 10.1111 / hel.12751

Link all’articolo: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/epdf/10.1111/hel.12751

3Yaxley, J. & Chakravarty, B. (2014). Eradicazione di Helicobacter pylori-un aggiornamento sulle ultime terapie. Medico di famiglia australiano, 43 (5): 301-305.

Link all’articolo: https://www.racgp.org.au/afp/2014/may/helicobacter-pylori-eradication/

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.