Che cosa sono Helicobacter pylori?

Helicobacter pylori (H. pylori) sono batteri presenti nello stomaco che sono responsabili della maggior parte dei casi di ulcera peptica. Circa la metà della popolazione mondiale ha i batteri che lo rendono l’infezione batterica più comune negli esseri umani .

L’infezione da H. pylori è più comune nei paesi in via di sviluppo. Il rischio di contrarre H. pylori è legato allo stato socioeconomico e alle cattive condizioni di vita come il sovraffollamento, la mancanza di acqua pulita e corrente e un numero maggiore di fratelli. Di conseguenza, la maggior parte dei bambini nei paesi in via di sviluppo sono infetti prima dei 10 anni.

In Nuova Zelanda, c’è una maggiore prevalenza tra Maori e polinesiani. Gli studi dimostrano che circa il 5% dei bambini europei viene infettato da H. pylori all’età di 20 anni, in contrasto con il 50% dei bambini polinesiani .

La via esatta dell’infezione rimane sconosciuta, ma la trasmissione da persona a persona attraverso l’esposizione orale/orale o fecale/orale è la causa più probabile. Attività come la condivisione di cibo, posate o scarsa igiene igienica possono causare la trasmissione di H. pylori ad un altro individuo.

Quali malattie sono collegate all’infezione da H. pylori?

H. pylori causa la malattia diretta dello stomaco. Altre condizioni sono probabilmente correlate alla risposta immunitaria del corpo ai batteri.

  • gastrite Cronica (infiammazione del rivestimento dello stomaco)
  • le ulcere Peptiche
  • tumori dello Stomaco
  • Alcuni tipi di linfomi (tumori del tessuto linfatico)

Quali sono i sintomi dell’infezione da H. pylori?

La maggior parte delle persone con H. l’infezione da pylori non ha sintomi. I sintomi insorgono se l’infezione da H. pylori causa ulcere peptiche o gastrite. Questi sintomi possono essere non specifici e possono includere:

  • Dolore addominale(di solito nella parte superiore dell’addome)
  • Nausea
  • Vomito
  • Gonfiore
  • Feci rosse o color catrame (che indicano sanguinamento a livello intestinale)
  • Basso numero di globuli rossi (anemia).

In che modo H. pylori danneggia lo stomaco?

Il danno al rivestimento dello stomaco è dovuto a una complessa interazione dei batteri e della risposta immunitaria dell’ospite. H. pylori rilascia diversi enzimi e prodotti microbici che danneggiano direttamente il rivestimento dello stomaco. Il sistema immunitario reagisce montando una risposta infiammatoria florida nel tentativo di sradicare i batteri. Come conseguenza di questa risposta infiammatoria, il rivestimento dello stomaco è involontariamente danneggiato.

Quali indagini ci sono per H. pylori?

Sono disponibili diversi test per rilevare la presenza di H. pylori nello stomaco:

  • Esame del sangue-Questo rileva anticorpi specifici contro il batterio H. pylori.
  • Test del respiro-Si tratta di bere una soluzione di urea marcata con carbonio. Questa soluzione è scomposta da H. pylori e i suoi prodotti di degradazione possono essere rilevati nel respiro.
  • Test delle feci-Rileva le proteine H. pylori nelle feci.
  • Test endoscopici-Questo comporta l’uso di strumenti ottici per l’esame visivo delle parti interne del corpo. Un tubo flessibile viene inserito attraverso la bocca nello stomaco e nelle regioni superiori dell’intestino tenue. Piccoli campioni di tessuto possono essere prelevati dalla parete dello stomaco, che viene poi testato per H. pylori.

L’esame del sangue e il test del respiro sono spesso l’approccio di prima linea ai test per H. pylori. La biopsia endoscopica è una procedura relativamente invasiva ed è spesso riservata ai pazienti che richiedono l’endoscopia per un altro motivo.

Chi dovrebbe essere testato?

L’American College of Gastroenterology raccomanda di testare nelle seguenti situazioni :

  • Pazienti con ulcera peptica attiva
  • anamnesi di ulcera peptica documentata
  • Linfoma di MALTO gastrico (tessuto linfoide associato alla mucosa)
  • Pazienti sottoposti a resezione del cancro gastrico precoce.

Il test non è raccomandato per le persone che sono asintomatiche (senza sintomi) o che non hanno alcuna storia di ulcera peptica. Tuttavia, alcuni gruppi di popolazione che sono a rischio di sviluppare ulcere o tumori allo stomaco possono essere considerati per test asintomatici.

Qual è il trattamento?

Trattamento di H. l’infezione da pylori comporta l’assunzione di diversi farmaci per 7-14 giorni (“Tripla terapia”), ad esempio un inibitore della pompa protonica (inibitore della secrezione di acido gastrico) come omeprazolo 40 mg una volta al giorno, amoxicillina 1 g due volte al giorno e claritromicina 500 mg due volte al giorno.

Il trattamento cura fino al 90% degli individui.

Qual è la relazione di H. pylori con le malattie della pelle?

H. pylori sono stati implicati in una varietà di malattie che non sono correlate al tratto gastrointestinale. La pelle è un esempio e diversi studi hanno suggerito un’associazione con le seguenti condizioni :

  • Orticaria spontanea cronica – Diversi studi hanno trovato un legame tra l’infezione da H. pylori e l’orticaria cronica. Si ritiene che l’infezione da H. pylori aumenti la permeabilità del rivestimento dello stomaco e quindi aumenti l’esposizione agli allergeni (sostanze che causano un’allergia) nel tratto gastrointestinale. Inoltre, la risposta immunitaria a H. pylori produce anticorpi che possono incoraggiare il rilascio di istamina nella pelle.
  • Rosacea-H. pylori può aumentare i livelli di protossido di azoto nel sangue o nel tessuto contribuendo al rossore e all’eritema (arrossamento) della rosacea.
  • Psoriasi-H. pylori può essere uno degli organismi in grado di innescare la risposta infiammatoria nella psoriasi.
  • Sindrome di Sjögren – H. pylori può indurre una reazione autoimmune alla pelle e alle ghiandole causando la sindrome di Sjögren.
  • schönlein-Henoch
  • Alopecia areata
  • Dolce malattia
  • sclerosi Sistemica
  • dermatite Atopica
  • Behçet malattia
  • Generalizzato, prurito (prurito)
  • prurigo Nodulare
  • porpora trombocitopenica Immune
  • il Lichen planus
  • Aphthous ulcerazione.

Il trattamento di H. pylori influisce sulla malattia della pelle?

Diversi piccoli studi hanno suggerito che eradicare H. pylori ha un esito positivo su alcune malattie della pelle come orticaria, malattia di Behçet, lichen planus, dermatite atopica, malattia dolce e sclerosi sistemica. Condizioni che non possono beneficiare sono psoriasi e rosacea.

Questi studi non sono randomizzati e coinvolgono un piccolo numero di pazienti, quindi al momento non è possibile trarre conclusioni definitive sull’eradicazione dell’H. pylori nelle malattie della pelle.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.