Il fegato è un organo eccezionalmente complesso e diversificato che funziona sia come ghiandola esocrina che endocrina. Secerne la bile, che contiene molti componenti oltre ai sali biliari, e sintetizza e rilascia molte sostanze in risposta alle richieste del corpo, tra cui proormoni, albumina, fattori di coagulazione, glucosio, acidi grassi e varie lipoproteine. Ha un doppio apporto di sangue che fornisce una ricca miscela di sostanze nutritive e altre sostanze assorbite attraverso la vena porta e sangue ricco di ossigeno attraverso l’arteria epatica. Questa eterogeneità funzionale è accompagnata da eterogeneità cellulare. Il fegato contiene molti tipi di cellule tra cui cellule parachimali epatiche, cellule di Kiipffer, cellule It e cellule endoteliali. Il tipo cellulare più abbondante, le cellule parenchimali, sono biochimicamente e strutturalmente eterogenee. Le cellule nelle aree ricche di ossigeno della triade portale appaiono più dipendenti dal metabolismo ossidativo, mentre quelle intorno alla vena centrale (aree pericentrali, perivenose o centrolobulari) dipendono più da un meccanismo anaerobico. In tutto questo volume questi ultimi tre termini sono usati come sinonimi da vari autori per indicare i cinque-otto strati di cellule che si irradiano dalla vena centrale. L’eterogeneità strutturale e metabolica delle cellule parenchimali epatiche è stata dimostrata da una varietà di approcci, inclusi studi istochimici, ultra strutturali e ultramicrobiochimici. Questa microeterogeneità è legata alle funzioni fisiologiche del fegato e alla sua risposta alle sostanze nocive.

Categorie: Articles

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.